Simposio

Spazio interno e spazio esterno: Come la piazza forma la città

Organizzato dal gruppo di ricerca "Piazza e monumento"

Le piazze, ambienti caratteristici della città, attirano e anzi rendono possibili, per la loro accessibilità e lo spazio non costruito che mettono a disposizione, le attività peculiari della vita urbana. Ciò è determinato non soltanto dagli edifici e dalle emergenze architettoniche, ma anche da strade e percorsi urbani che creano lo spazio della piazza. L'articolarsi della piazza come spazio dipende in questo senso da una varietà di fattori. Nell'età moderna lo sviluppo della piazza subisce una svolta decisiva quando essa prende il sopravvento sulle costruzioni che la circondano, e inizia a influire sulla città stessa definendo assi visivi nel tessuto urbano.

Il convegno vorrebbe mettere al centro della discussione questa doppia funzione della piazza - da un lato essere definita dalla città, dall'altro lato esercitare un influsso su di essa.

Lo spazio della piazza non è soltanto un palcoscenico, ma, con le sue specificità, determina la vita sociale della città e la rappresenta. Da spazio esterno la piazza diventa così uno spazio interno, i cui media convogliano le forze della città e le rendono manifeste. In questo senso, ci si deve domandare in che modo i diversi media (architettura, scultura e altre arti visive, araldica, apparati effimeri) 'arredano' la piazza, e come le strutture della città incidono sulla sua forma. Allo stesso tempo, la piazza nel suo configurarsi si intreccia con gli ordini sociali e politici dello spazio cittadino, del territorio, della nazione e di altre entità politiche. Costantemente rielaborata e riallestita, la piazza non è mai un' 'opera compiuta', ma subisce sempre nuove trasformazioni e cambiamenti di connotazione, che ricostruiscono di volta in volta il suo spazio sociale.

Tali problematiche spaziali e temporali sono già state rilevate dalla ricerca sulle piazze, non è però fino ad ora stata chiarita la funzione del potenziale temporale delle piazze come fattore costruttivo. Il convegno vorrebbe sollecitare una riflessione metodologica sulla longue durée delle piazze, senza voler privilegiare determinate epoche storiche o zone geografiche.

Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut
Konferenzsaal / Sala confernze
Via Giuseppe Giusti 38
50121 Florenz
Dr. Cornelia Jöchner  
E-Mail:joechner@...

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.