Risorse digitali

La Fototeca mette a disposizione le proprie risorse digitali ed elettroniche per la libera consultazione in internet. Ne fanno parte la Fototeca Digitale con scansioni da negativi e positivi, un registro per l'accertamento della data di accessione delle singole fotografie, una collezione di cataloghi commerciali di compagnie fotografiche europee del XIX e primo XX secolo, le mostre online e le copie digitali della collezione grafica della Fototeca. È in programma la digitalizzazione dei libri d'inventario e dei cataloghi cartacei.

La Fototeca Digitale permette la libera consultazione in internet dei negative digitalizzati e delle fotografie digitali con copyright KHI. Delle circa 620.000 fotografie finora accumulate in Fototeca fin dalla fondazione nel 1897, circa 64.000 esistono anche come immagini digitali in rete. È possibile richiedere il materiale digitalizzato per pubblicazioni scientifiche (v. Service).

Nella Fototeca Digitale la ricerca può essere effettuata sia in base all'opera d'arte che in base alla fotografia (fra i criteri di ricerca vi sono il fotografo, il numero di negativo, il tipo di accessione). La selezione di uno dei Fondi speciali permette la ricerca approfondita in una di queste sottosezioni che comprendono, per esempio, le fotografie storiche (Cimelia Photographica), campagne fotografiche particolarmente rilevanti (Giardino di Boboli, Georgia), la collezioni di stampe e incisioni della Fototeca. Altri Fondi speciali sono legati al nome dei corrispondenti fotografi (Hilde Lotz-Bauer, Mario Polesel).

Fototeca Digitale

Il Catalogo elettronico permette la consultazione di tutti i dati relativi alle fotografie analogiche o digitali acquisite a partire dal 1993, incluse le fotografie precedenti di soggetto analogo. Il Catalogo elettronico permette l'accesso ai dati indipendentemente dal fatto se le corrispondenti immagini siano state digitalizzate oppure no. Più di un terzo delle 620.000 fotografie attualmente in Fototeca sono catalogate nella banca dati APS in base alle regole e standard MIDAS.

Queste immagini, insieme ai fondi di altre collezioni fotografiche fra cui quelle della Bibliotheca Hertziana, Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte a Roma, del Zentralinstitut für Kunstgeschichte di Monaco, del Bildarchiv Foto Marburg e della Deutsche Fotothek a Dresda possono essere consultate in rete tramite il Bildindex der Kunst und Architektur. Gli stessi dati sono accessibili anche sul portale internazionale Europeana.

Il registro elettronico delle date di accessione è basato sui libri d'inventario degli anni 1924-1993 (numeri d'inventario 17269-495397).

Inserendo un numero d'inventario compare la corrispondente data di accessione. All'inverso, inserendo una data compare l'elenco dei numeri d'inventario delle fotografie registrate in quel giorno.

Registro delle date di accessione

La Fototeca conserva una importante collezione di cataloghi commerciali di case fotografiche storiche o di singoli fotografi. La collezione parte dall'anno 1864 ed è oggi frequentemente consultata per il valore che i cataloghi fotografici hanno acquisito come strumento di ricerca. L'intero fondo viene digitalizzato progressivamente. Sono già scaricabili online in formato PDF l'indice generale dei cataloghi della Fototeca, arricchito di alcuni prestiti, nonché le copie digitali finora realizzate.

Cataloghi fotografici

Le mostre online, lanciate nel 2006, presentano fotografie della Fototeca selezionate tematicamente e informano sulle attività e i progetti di ricerca dell'Istituto.

Le mostre online possono avere un carattere monografico o ruotare intorno a più temi: opere di diversi artisti e fotografi, collezioni museali, eventi come le catastrofi naturali, ma anche pratiche scientifiche e questioni di ricerca interdisciplinari. Grazie al medium della mostra online la Fototeca intende raggiungere un pubblico più ampio e diffondere attenzione e sensibilità per l'importanza della fotografia e la conservazione del patrimonio culturale.

Mostre online

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.