Ricerca

Pro Firenze Futurista
Archivio digitale per il futurismo a Firenze

Lisa Hanstein, Jan Simane, Anka Ziefer, Johannes Holzmann

L'Italia Futurista, Anno 2, Nr. 27
© Biblioteca Marucelliana di Firenze

In occasione della chiusura delle celebrazioni del centenario del primo manifesto futurista, nel febbraio 2010, la biblioteca del Kunsthistorisches Institut in Florenz ha presentato al pubblico un sito web sul movimento futurista. Lo spunto ad approfondire le molteplici sfaccettature del Futurismo grazie a un archivio digitale consultabile in accesso libero e perciò gratuitamente in Internet è venuto sia dalla prerogativa di essere Firenze luogo di fondamentale importanza per il Futurismo sia dalla straordinaria collezione della biblioteca con oltre 500 opere futuriste e 40 riviste del periodo dei primi anni "eroici" (1909–1916) e della seconda fase (ca. 1918–ca. 1940). Il sito web è progettato come una piattaforma per rendere accessibile materiale difficilmente reperibile, aperta anche a contributi dedicati al tema del futurismo in Italia e a Firenze, in particolare.

Il nucleo della banca dati sarà costituito dai 51 numeri della rivista fiorentina "L'Italia Futurista" usciti fra il 1916 e il 1918 e digitalizzati. Gli esemplari utilizzati provengono prevalentemente dalla Biblioteca Marucelliana e in parte anche dal fondo della biblioteca del Kunsthistorisches Institut in Florenz. La rivista rappresenta il forum principale del periodo del cosiddetto secondo futurismo fiorentino, dove furono pubblicati fra l'altro anche i contributi dello spiritus rector e fondatore del movimento futurista, Filippo Tommaso Marinetti. Alla rivista si aggiungerà una selezione di documenti importanti – lettere, libri, fotografie, libretti, disegni, materiale audio (-visivo) ecc. – per illustrare e ripercorrere l'attività degli artisti, poeti e intellettuali dal cerchio della rivista, che hanno avviato e profondamente influenzato lo sviluppo del movimento avanguardistico a Firenze. Anche questi documenti saranno messi a disposizione degli studiosi dell'argomento e del pubblico interessato in forma digitale e saranno interconnessi fra loro e arricchiti di ulteriori informazioni (p.e. luoghi, persone, ecc.). Una mappa interattiva della città di Firenze renderà possibile la visualizzazione dei centri d'azione dei futuristi fiorentini e i luoghi delle istituzioni a Firenze ancora oggi connesse col Futurismo. La banca dati permetterà una ricerca di nomi di luoghi, di persone, titoli e parole chiave. Grazie ad un portale tematico, in cui i documenti saranno raccolti e messi a disposizione in maniera sistematica secondo alcuni temi prestabiliti, il sito internet offrirà al lettore anche la possibilità di approfondire le sue conoscenze intorno ad un tema specifico, p.e. la poetessa e artista inglese Mina Loy, che durante il suo soggiorno a Firenze frequentò il gruppo dei giovani futuristi fiorentini intorno alla rivista "Lacerba", e in seguito fu apprezzata negli Stati Uniti come ambasciatrice del movimento futurista. In Italia, questo personaggio è invece poco noto.

Nell'ambito di questo progetto la biblioteca del Kunsthistorisches Institut in Florenz ha anche avviato la digitalizzazione di libri e cataloghi pubblicati dai futuristi non solo fiorentini conservati nel proprio fondo dei libri rari. La struttura della banca dati e del sito internet è stata concepita per permettere un'aggiunta continua di documenti. Per il futuro è inoltre prevista la connessione con altre banche dati in libero accesso tramite internet. 

A parte la Biblioteca Marucelliana, che con la fornitura della rivista "L'Italia Futurista" ha un ruolo centrale in questo progetto, anche il Maestro Daniele Lombardi, la Fondazione Primo Conti, il Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux e la Fondazione Longhi collaborano per la realizzazione di questo progetto. Il Kunsthistorisches Institut in Florenz si impegna ad aggregare nuovi partner per il progetto affinché l’archivio digitale venga sostenuto.

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.