Workshop

Confotografia. Metodi e pratiche di interazione nel territorio. L'Aquila 2013

A workshop with Alessandra Chemollo, Antonio Di Cecco, Roberto Sartor

Cosa è successo al territorio dell'Aquila a seguito del sisma del 2009?
Quali immagini possono aiutare a raccontarlo?

Confotografia propone la sperimentazione di un metodo di indagine basato sullo scambio di conoscenze tra fotografi e cittadini. L'obiettivo è quello di attivare un processo di osservazione del territorio - forte di un metodo - che possa risultare utile alla città, fornendo gli elementi per guardarla con occhi diversi.

Nel settembre del 2013, a L'Aquila, circa 50 fotografi, diversi per età e con approcci narrativi differenti, hanno lavorato per sei giorni a stretto contatto tra loro e con i cittadini, le associazioni, i comitati, gli studenti. Hanno parlato di fotografia e di territorio, fotografato insieme quello che L'Aquila è diventata, per capire come si può rappresentare quanto è successo.

Alessandra Chemollo, Antonio Di Cecco e Roberto Sartor presentano e discutono con il pubblico il progetto, l'esperienza e i primi esiti di Confotografia: una mostra composta da 80 manifesti che uniscono immagini e testi, una serie di stampe fotografiche, alcuni quaderni prodotti dai fotografi e un documento audio. Tutto il patrimonio di materiali sarà consegnato alla città de L'Aquila, affinché possa diventare il punto di partenza per un processo di osservazione e documentazione delle grandi trasformazioni che il territorio aquilano sta vivendo.

L'incontro si inserisce nelle attività promosse dal gruppo di ricerca del KHI L'Aquila as a Post-Catastrophic City.

09 Gennaio 2015, ore 16:30

Kunsthistorisches Institut in Florenz
Max-Planck-Institut

Palazzo Grifoni Budini Gattai
Via dei Servi 51
50122 Firenze

 

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.