Mostra

Lavoro manuale o lavoro mentale? L'arte e il (non) fare

Una presentazione del Kunsthistorisches Institut in Florenz a bordo della nave espositiva MS Wissenschaft 2018

Foto: Ilja Hendel / Wissenschaft im Dialog

Il 15 maggio 2018 è nuovamente partita la MS Wissenschaft. L'esposizione, commissionata dal Bundesministerium für Bildung und Forschung (Ministero Federale dell'Educazione e della Ricerca) e realizzata in collaborazione con numerose istituzioni scientifico-accademiche, come la Max-Planck-Gesellschaft, è dedicata al tema "I futuri mondi del lavoro". Sulla nave cargo lunga 100 metri i visitatori potranno effettuare un viaggio nel "Futuro del lavoro". Attraverso oggetti e installazioni interattive apprenderanno come le nuovissime tecnologie cambiano la vita lavorativa, quali competenze verranno chieste in futuro, quanto a lungo e in quali professioni lavoreranno le persone, cercando di restare sane e in forma. Nel suo viaggio la MS Wissenschaft farà tappa in 34 città. Infine continuerà il suo viaggio in Austria.

Il Kunsthistorisches Institut in Florenz è presente anche quest'anno sulla MS Wissenschaft con il contributo "Lavoro della mano o lavoro della mente? L'arte e il (non) fare", che intende mostrare in modo perspicuo la ricca e controversa storia del rapporto tra arte e lavoro. Perché l'arte, in quanto forma specifica del sapere e del lavorare, era ed è sempre parte di costellazioni sociali, economiche e politiche, aprendo al contempo spazi di libertà (individuali) e di autonomia.

In un arco temporale che va dall'antichità fino al presente, la presentazione, suddivisa in sei sezioni tematiche, mostra come in diverse culture, contesti e momenti storici si è riflettuto sulle differenti forme del fare e sul ruolo giocato di volta in volta dall'aspetto manuale e da quello mentale nel processo creativo, e dalla loro più o meno intensa interazione. Uno spazio particolare è dedicato all'attualità di tale riflessione sulla valenza specifica del lavoro manuale, così come all'importanza della fantasia e dell'ozio. Infatti, proprio una riflessione sull'arte e sull'architettura contemporanee, che pongono spesso l'accento su aspetti quali la partecipazione e la collaborazione, concentrandosi meno sul guadagno materiale, quanto piuttosto sulla creazione di nuove forme e spazi di vita, può offrire la possibilità di investigare in modo critico e produttivo le visioni attuali e future del lavoro.

Avviso

Questo evento viene documentato fotograficamente e/o attraverso riprese video. Qualora non dovesse essere d’accordo con l’utilizzo di immagini in cui potrebbe essere riconoscibile,  da parte del Kunsthistorisches Institut in Florenz a scopo di documentazione degli eventi e di pubbliche relazioni (p.e. social media) la preghiamo gentilmente di comunicarcelo.

15 Maggio – 22 Ottobre 2018

Tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00

 

Ormeggi 2018

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.