Immagini e parole in esilio. Avignone e l'Italia alla prima metà del XIV secolo (1310-1352 ca.)

Convegno internazionale

Organizzazione scientifica di Elisa Brilli, Laura Fenelli, Gerhard Wolf

Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut in collaborazione con il Musée du Petit Palais d'Avignon & l'Université d'Avignon et des Pays de Vaucluse

Nei primi anni del Trecento, eventi politici di portata epocale cambiarono rapidamente l'assetto del bacino mediterraneo e insieme stravolsero l' 'Ordo universalis' attraverso il quale si era concepito per secoli lo spazio materiale e simbolico della 'Christianitas'.

Mentre il 'topos' della "cattività" avignonese prende progressivamente piede e Roma è sempre più frequentemente ritratta come nuova Gerusalemme abbandonata, la corte avignonese appare come uno straordinario laboratorio di sperimentazioni politiche, culturali e artistiche. L'impiego crescente dello strumento politico del bando, il moltiplicarsi delle accuse di eresia, l'aspra 'quaestio de paupertate' e, in sede mistico-teologica, la 'quaestio de visione beatifica', sono altrettanti modi attraverso i quali la nuova cristianità cerca, su diverse scale, di ridefinire la propria identità attraverso le pratiche di esclusione.

Su un piano differente, l'auto-esclusione, perseguita o accettata, è una via riscoperta ai fini dell'affermazione di sé, basti pensare, per fare solo due esempi, sia alle nuove forme di eremitismo, sia alla Commedia di Dante, secondo alcuni la prima opera moderna 'dell'Exilliteratur' per il ruolo accordato alla condizione di esule nella costruzione della figura del suo autore.

L'esilio, immagine mentale da sempre connessa alla fase avignonese, costituisce la chiave di lettura, strutturalmente polisemica, attraverso la quale questo Convegno interdisciplinare intende interpretare la prima metà del XIV secolo, dalla spedizione imperiale di Enrico VII conclusasi inaspettatamente con la sua morte alle porte di Siena, momento in cui si comprese l'irreversibilità del trasferimento della Curia pontificia in Francia (1309-1313), fino al termine del pontificato di Clemente VI (1352).

Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut, Palazzo Grifoni, Via dei Servi 51, I-50122 Firenze
Musée du Petit Palais, Palais des Archevêques, Place du Palais des Papes, F-84000 Avignon
Université d'Avignon et des Pays de Vaucluse, Salle 2E02, 74 rue Louis Pasteur, F-84000 Avignon
Dr. Laura Fenelli  
E-Mail:fenelli@...

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.