La Tribuna del Principe: storia, contesti, restauro

Colloquio internazionale

Questo convegno in onore di Detlef Heikamp è dedicato alla figura di Luciano Berti

Organizzato da Antonio Natali (Galleria degli Uffizi), Alessandro Nova (Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut) e Massimiliano Rossi (Università del Salento)

La recente presentazione del restauro della Tribuna buontalentiana degli Uffizi (25 giugno 2012) impone una riconsiderazione storiografica a largo spettro in cui competenze e tradizioni disciplinari diverse possano confrontarsi. La tipologia innovativa della Tribuna suggellò, da un lato, il processo di acceso sperimentalismo della museografia cinquecentesca, dall'altro essa fu concepita ab origine come spazio normativo, destinato ad essere replicato o almeno rievocato in tutta Europa, fino alla glorificazione dello Zoffany.

La Tribuna è il luogo in cui la sovranità di una stirpe, ormai ascesa alla dignità granducale, poté celebrare il doppio trionfo sulla natura e sull'arte. Nel 1568 Giorgio Vasari aveva offerto a Cosimo I, con la Giuntina, il manifesto politico di una Storia, ben più che artistica, di valore assoluto, finalisticamente inverata nel mecenatismo mediceo; con una nuova e celebre formulazione del Disegno, la concreta evidenza di un'estetica del e per il principato.

Francesco I trarrà le conclusioni estreme da questo processo, riconfigurando la tipologia invecchiata dello studiolo in una cappella profana, destinata ora al culto della Natura, di Prometeo e di se stesso quale 'princeps faber': l'esperimento resta mirabile ma l'organismo rischia l'esplosione e denuncia prestissimo l'esigenza di adeguare a misure conformi, a una scala più rappresentativa, il nuovo patto mediceo tra la Creazione e la Storia.

Gli studiosi che parteciperanno a questo incontro, forti dell'imponente scavo erudito degli ultimi decenni e della mèsse documentaria che ne è sortita, alla luce di quest'ultimo restauro e del nuovo allestimento che ne deriva, intendono riprodurre in chiave storiografica la dimensione caleidoscopica della Tribuna, riconsiderandone la vocazione encomiastica, la configurazione architettonica, la genealogia tipologica, la presenza sempre esemplare dell'antico, la "campionatura superlativa" (Barocchi) dei dipinti eppur sovraregionale e già preludente alla futura ripartizione in "scuole", l'artificio squisito delle arti "congeneri" e di strumenti e congegni, il suo riflettersi, modello spaziale paradigmatico, nelle pagine coeve, da Francesco Bocchi a Filippo Pigafetta a Galileo, non ultimo il mutare dell'assetto espositivo fino a oggi.

Un'ultima sezione del convegno sarà dedicata alla diffusione di questo modello museografico su scala europea: da Monaco di Baviera a Vienna, da Madrid a Praga.

Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut
Palazzo Grifoni - Seminarraum
Via dei Servi 51
50122 Firenze
Mandy Richter  
Telefon:+39 055 24911-85
E-Mail:richter@...

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.