Seminario

Tiziana Serena: Il documento fotografico come spazio di negoziazione. Il terremoto di Messina e Reggio del 28 dicembre 1908

L'immaginario culturale della catastrofe, fra fine Ottocento e inizio Novecento, subisce una profonda trasformazione in chiave spettacolare in relazione alla diffusione della fotografia popolare e della stampa illustrata.

Di fronte all'immane terremoto di Messina e Reggio i compiti e i valori attribuiti alla fotografia come documento si rivelano essere contradditori. Il mondo delle scienze dell'osservazione, pur riponendo chiare aspettative nella determinazione scientifica della fotografia, dimostra l'incapacità di esplorarne compiutamente le potenzialità. Il mondo dei fotografi del movimento del Pittorialismo si trova per la prima volta ad affrontare il tema del tempo presente sottoponendo a una revisione estetica il genere del documento.

Nel decennio in cui la cultura fotografica italiana ambisce alla modernità, quell'ammasso caotico di macerie rappresentò un cantiere per la sperimentazione di un nuovo linguaggio figurativo e di un inedito ruolo civile della fotografia nella nazione.

     

Tiziana Serena è Professoressa associata all'Università degli studi di Firenze, dove insegna Storia della fotografia e Storia dell'arte contemporanea, e direttrice di "RSF. Rivista di studi di fotografia" (2015-), è attualmente visiting professor alla Fototeca del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

I suoi temi di ricerca riguardano principalmente - in ambito teorico - l'archivio fotografico come dispositivo politico, la materialità della fotografia e gli approcci culturali e - nell'indagine storica - l'età della calotipia, l'inizio del Novecento e la fotografia contemporanea.

Fra le sue ultime pubblicazioni: Le musée d'art comme lieux d'autorité pour l'archive photographique. Le cas italiaen au tournant du XIXe siècle, in Transbordeur, a cura di C. Joscke, O. Lugon (2017), Appuntamento a Firenze, in Guido Guidi, Appuntamento a Firenze. Ein Termin in Florenz. Appointment in Florence, a cura di C. Caraffa e T. Serena (2018), Editoria e fotografia a Venezia attorno al 1890. L'architettura e la scultura del Rinascimento in Venezia di Pietro Paoletti per Ongania-Naya, in Renaissance italienne et architecture au XIXe siècle, a cura di A. Brucculeri, S. Frommel (2016).

Avviso

Questo evento viene documentato fotograficamente e/o attraverso riprese video. Qualora non dovesse essere d’accordo con l’utilizzo di immagini in cui potrebbe essere riconoscibile,  da parte del Kunsthistorisches Institut in Florenz a scopo di documentazione degli eventi e di pubbliche relazioni (p.e. social media) la preghiamo gentilmente di comunicarcelo.

25 Giugno 2019, ore 10:30

Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut

Palazzo Grifoni Budini Gattai
Via dei Servi 51
50122 Firenze

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.