Workshop

Immagini diffamatorie. Infamia, diffamazione e l'etica della 'oeconomia'

Workshop "Immagini, oggetti e segni forensi" – Parte prima
Organizzato da Carolin Behrmann

Ordinamenti giuridici non si basano soltanto sulla parola scritta, sui testi, ma includono anche immagini, segni e oggetti su cui verte la questione giuridica, in modo da giustificare i giudizi e renderli giuridicamente vincolanti. Immagini diffamatorie hanno in questa materia una rilevanza particolare. Nel tardo Medioevo la cosiddetta "pedagogia della vergogna" cercava di punire i colpevoli attraverso immagini, in modo da legittimare il diritto penale. Storicamente i "Schandbilder", le cosiddette "immagini diffamatorie", rappresentano pertanto uno strumento forense. Inoltre, hanno una dimensione molto attuale: in una società mediatica come la nostra, hanno la forza di essere un mezzo di condanna morale e rappresentano persone corrotte in modo infamante.

Il workshop, suddiviso in due sezioni, si dedica al confine labile tra immagine, diritto ed economia che s’incrociano in un nodo tra l’infamia e la diffamazione. Uno dei punti salienti sarà se il "Schandbild" potrebbe essere ancor'oggi considerato e analizzato come un "segno del patrocinio legale pubblico" (Brückner). Nella prima parte del workshop si tematizzano quindi sia i rapporti tra magia o "Bildzauber" e le immagini profane, sia l'importanza del biasimo pubblico e della vergogna nella pratica legale e la loro rappresentazione nei mezzi di comunicazione visivi dell'età moderna. Gli studi sulla "pittura infamante" e sull'utilizzo delle effigi nel campo forense vengono analizzati riguardo al loro ruolo nel contesto della logica economica.

La seconda parte del workshop si dedicherà invece alle caratteristiche specifiche e alle funzioni degli "Schandbilder", ove appare centrale la relazione tra il testo e l'immagine.

Notice

This event will be documented photographically and/or recorded on video. Please let us know if you do not agree with the Kunsthistorisches Institut in Florenz using images in which you might be recognizable for event documentation and public relation purposes (e.g. social media).

Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut
Palazzo Grifoni - Seminarraum
Via dei Servi 51
50122 Firenze

Newsletter

Our Newsletter provides you with free information on events, tenders, exhibitions and recent publications from the Kunsthistorisches Institut in Florenz.

If you would like to receive our newsletter, please enter your name and e-mail address:

*required field

Notes on the content of the newsletter and transit procedures

This letter is sent via MailChimp, where your e-mail address and name will be saved for sending the newsletter.

Once you have completed the form, you will receive a "Double-Opt-In-E-Mail," in which you are asked to confirm your registration. You can cancel your subscription to the Newsletter at any time ("Opt-out"). You will find an unsubscribe link in every Newsletter and in the Double-Opt-in-E-Mail.

You will receive detailed information about transit procedures and your withdrawal options in our privacy policy.