Seminar

Tecniche fotografiche storiche – la stampa al carbone

Nell'ambito del progetto "Cimelia Photographica" della Fototeca un seminario con Barbara Cattaneo e Roberto Lavini

Foto: Stefano Fancelli, Seminario del 28 maggio 2019

La Fototeca organizza dal 2013 seminari pratici sulle Tecniche fotografiche storiche condotte da Barbara Cattaneo, restauratrice di beni fotografici. Attraverso esempi della Fototeca, verranno spiegati diversi processi fotografici dell'800 con una particolare attenzione alla stampa al carbone. Poi si eseguiranno esercizi non invasivi per il riconoscimento delle varie stampe fotografiche. La seconda parte del seminario, che si terrà nel laboratorio fotografico della Fototeca, è dedicata ad una dimostrazione del processo fotografico storico. Il fotografo Roberto Lavini fa vedere i singoli passi della stampa al carbone: pigmentazione e sensibilizzazione della gelatina, preparazione della carta carbone e trasporto del supporto finale.

     

Barbara Cattaneo è restauratrice di materiali fotografici e cartacei per il MIBACT dal 1999. Lavorava presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze fino al 2018, per passare poi all'Opificio delle Pietre Dure. Laureata in "Scienze dei beni culturali", iscritta nell'elenco dei restauratori, si è formata anche presso il Trinity College di Dublino, la George Eastman House di Rochester (N.Y.), il Tobunken a Tokyo, e il Getty Conservation Institute. È stata docente di Restauro della Fotografia presso l'ICRCPAL, OPD e Fondazione Alinari e docente a contratto di Storia della Fotografia presso la Scuola di Specializzazione di Storia dell'Arte presso l'Università di Firenze. Curatrice di "Il restauro della fotografia, materiali fotografici e cinematografici, analogici e digitali", ed. Nardini, 2012 e di numerose altre pubblicazioni. È appassionata di tecniche fotografiche storiche ed ha fondato FOTONOMIA - associazione di cultura fotografica con sede a Firenze.

Roberto Lavini è fotografo professionista e lavora al sito di Fotografia Alternativa (www.cameracreativa.it). Ha conseguito la laurea in Fotografia e Arti Visive al DAMS dell'Università di Bologna. Ha scritto articoli di tecnica e cultura della fotografia su diverse riviste di settore. Sperimenta e pratica procedimenti fotografici storici e alternativi con particolare interesse ai procedimenti al pigmento, di cui tiene workshop, letture e conferenze. La ricerca fotografica di Roberto Lavini è una sorta di esplorazione sulla soglia di un tempo indefinito in cui si intrecciano il passato, il presente e il futuro. Una ricerca che è anche matrice di una pratica analogica in un mondo dominato da immagini virtuali. 

    

Tutti i posti disponibili sono esauriti, pertanto siamo spiacenti di comunicarvi che non è più possibile effettuare prenotazioni per questo evento.

Notice

This event will be documented photographically and/or recorded on video. Please let us know if you do not agree with the Kunsthistorisches Institut in Florenz using images in which you might be recognizable for event documentation and public relation purposes (e.g. social media).

04 December 2019, 9:30am

Kunsthistorisches Institut in Florenz
Max-Planck-Institut

Casa Zuccari
Via Giuseppe Giusti 49
50121 Firenze

Newsletter

Our Newsletter provides you with free information on events, tenders, exhibitions and recent publications from the Kunsthistorisches Institut in Florenz.

If you would like to receive our newsletter, please enter your name and e-mail address:

*required field

Notes on the content of the newsletter and transit procedures

This letter is sent via MailChimp, where your e-mail address and name will be saved for sending the newsletter.

Once you have completed the form, you will receive a "Double-Opt-In-E-Mail," in which you are asked to confirm your registration. You can cancel your subscription to the Newsletter at any time ("Opt-out"). You will find an unsubscribe link in every Newsletter and in the Double-Opt-in-E-Mail.

You will receive detailed information about transit procedures and your withdrawal options in our privacy policy.