Maurizio Ferraris: La fotografia nell'epoca della sua iper-riproducibilità tecnica

Wissenschaftliches Kolloquium / Colloquio scientifico

Una volta l'immagine, e già all'epoca della sua riproducibilità tecnica, cioè dopo la fotografia, era una cosa rara. Oggi è ubiqua, ogni nostro telefonino fa foto ed è un archivio di foto. E la cosa non finisce lì, perché basta digitare su "google images", e siamo sopraffatti dalla più grande collezione iconografica di tutti i tempi. Ma non è detto che questa sia la salvezza delle immagini, proprio l'abbondanza può indurre a sazietà, o a inflazione, e il cambiamento tecnologico può far scomparire interi giga di immagini. Come risultato, dell'epoca più fotografata della storia potrebbe restare molto poco, o addirittura niente, e nemmeno una fotografia per i nostri nipoti.

Maurizio Ferraris è professore ordinario di filosofia teoretica nella Università di Torino, dove dirige il Labont (Laboratorio di Ontologia). Editorialista di 'La Repubblica', è direttore della 'Rivista di Estetica' e condirettore di 'Critique'. Directeur d'études al Collège International de Philosophie, Fellow della Italian Academy for Advanced Studies in America e della Alexander von Humboldt-Stiftung, visiting professor alla Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi e in altre università europee e americane, ha scritto una quarantina di libri tradotti in varie lingue, tra cui 'Storia dell'ermeneutica' (1988), 'Estetica razionale' (1997) e 'Dove sei? Ontologia del telefonino' (2005, Premio filosofico Castiglioncello). Con Laterza ha pubblicato 'La filosofia e lo spirito vivente' (1991), 'Il gusto del segreto' (con Jacques Derrida, 1997), 'L'ermeneutica' (1998), 'Guida a Nietzsche' (1999, con altri autori) e 'Introduzione a Derrida' (2003). Alla sua attività è stato conferito, nel 2008, il Premio Filosofico "Viaggio a Siracusa". I suoi ultimi libri sono 'Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce' (Laterza 2009) e 'Ricostruire la decostruzione' (Bompiani 2010).

Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut
Palazzo Grifoni - Seminarraum
Via dei Servi 51
50122 Firenze
Dr. Costanza Caraffa  
Telefon:+39 055 24911-64
E-Mail:caraffa@...

Newsletter

Our Newsletter provides you with free information on events, tenders, exhibitions and recent publications from the Kunsthistorisches Institut in Florenz.

If you would like to receive our newsletter, please enter your name and e-mail address:

*required field

Notes on the content of the newsletter and transit procedures

This letter is sent via MailChimp, where your e-mail address and name will be saved for sending the newsletter.

Once you have completed the form, you will receive a "Double-Opt-In-E-Mail," in which you are asked to confirm your registration. You can cancel your subscription to the Newsletter at any time ("Opt-out"). You will find an unsubscribe link in every Newsletter and in the Double-Opt-in-E-Mail.

You will receive detailed information about transit procedures and your withdrawal options in our privacy policy.