Ricerca

Gustav Ludwig: Il lascito fotografico

Costanza Caraffa, Almut Goldhahn

Le fotografie del lascito dello storico dell'arte Gustav Ludwig non sono soltanto illustrazioni dei suoi oggetti di studio. Esse erano piuttosto parti integranti della sua argomentazione scientifica e documentano i metodi e i risultati del suo lavoro.

Il fondo composto da circa 2.500 fotografie è pervenuto al Kunsthistorisches Institut in Florenz dopo la morte di Ludwig nel 1905. Queste fotografie montate su cartoncini, insieme ai timbri, ai numeri d'inventario, alle iscrizioni, costituiscono nella loro materialità importanti documenti delle pratiche storico-artistiche all'inizio del XX secolo. Esse ci permettono di entrare nel laboratorio intellettuale e visuale dello storico dell'arte e di ricostruire il suo modus operandi. Ludwig, che a Vienna aveva frequentato corsi di fotografia presso la "Lehr- und Versuchsanstalt für Photographie und Reproduktionsverfahren", era aggiornato sulle tecniche fotografiche e seppe metterle al servizio dei suoi studi. Nell'ambito del progetto sono state studiate finora le fotografie del ciclo di Sant'Orsola di Carpaccio e il palinsesto fotografico dei collage di Ludwig sul "restello", uno specchio da toeletta in uso a Venezia nel Rinascimento. L'analisi dei materiali sul Palazzo dei Camerlenghi sempre a Venezia fa parte della prossima fase del progetto.

Una mostra online presenta una selezione delle fotografie:
Gustav Ludwig. Il lascito fotografico

Costanza Caraffa: "'Wenden!' Fotografien in Archiven im Zeitalter ihrer Digitalisierbarkeit: ein material turn"
In: Rundbrief Fotografie 71, September 2011, pp. 8–15

Costanza Caraffa: "Pensavo fosse una fototeca, invece è un archivio fotografico"
In: Archivi fotografici. Spazi del sapere, luoghi della ricerca, a cura di Costanza Caraffa e Tiziana Serena, Ricerche di Storia dell'Arte 106 (2012), pp. 55–69

Costanza Caraffa / Almut Goldhahn: Fotografien als Forschungsobjekte – Der Nachlass Gustav Ludwigs in der Photothek des Kunsthistorischen Instituts in Florenz
In: Fotografie und Film im Archiv. Sammeln, Bewahren, Erforschen, hrsg. von Irene Ziehe und Ulrich Hägele, Waxmann-Verlag, Münster, New York u.a. 2013, pp. 73–84 (=Visuelle Kultur. Studien und Materialien, Bd. 6)

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.