Ricerca

Stemmario
Stemmi delle famiglie fiorentine, delle chiese, delle confraternite e degli ospedali

Jan Simane, Ute Dercks, Ingeborg Bähr, Monika Butzek, Lisa Hanstein, Harald Drös, Charlotte Niemann, Laura Cirri in collaborazione con Fabrizio Falchi, Fausto Rabitti

Presso il Kunsthistorisches Institut si trova dal 1901 uno schedario, che comprende oltre 2.800 disegni di stemmi principalmente di famiglie fiorentine. Questa singolare raccolta, che pur nella sua considerevole estensione è frutto del lavoro paziente e minuzioso di un unico anonimo disegnatore di fine Ottocento, è uno strumento di frequente consultazione per l'identificazione degli stemmi, che possono trovarsi su facciate di palazzi, monumenti funerari o pale d'altare. 

La banca dati STEMMARIO si sviluppò a partire dal 2005 come parte del progetto digitale "Fonti scelte sulla storia dell’arte e sulla topografia di Firenze", ideato insieme con la fototeca dell'istituto. Durante la prima fase del progetto sono stati digitalizzati i disegni degli stemmi, corredando i medesimi di una descrizione secondo i criteri internazionali dell'araldica (blasonatura). I termini del linguaggio araldico, qui utilizzati, unitamente ai nomi delle famiglie e ad altre informazioni, possono costituire il punto di partenza per una ricerca nella banca dati appositamente creata.

L'Istituto di scienza e tecnologia dell'Informazione (ISTI), in collaborazione con il Consiglio Nazionale della Ricerca (CNR) di Pisa, ha sviluppato uno strumento, che va oltre i modelli sino ad ora utilizzati per le banche dati d'immagini. La nuova opzione di ricerca consiste nel riconoscimento dell'immagine (invece della solita descrizione) con l'aiuto del computer. Accanto all'indicizzazione verbale, che garantisce il reperimento degli stemmi nella banca dati sotto molteplici categorie tematiche, fu allestito  per il medesimo progetto un software specializzato nel riconoscimento delle immagini: le figure digitalizzate vengono automaticamente scomposte in determinati campi che, con l'aiuto di un algoritmo, vengono allineati a campi simili presi da altre immagini, col risultato di fornire una vasta scelta delle analogie più significative. Con ciò si rende possibile una navigazione esclusivamente visiva nella banca dati, che prescinde dalla conoscenza di una terminologia corretta e indipendentemente da lingue diverse. Inoltre si possono rapidamente individuare singoli elementi degli stemmi corrispondenti evitando ricerche difficoltose e usando una descrizione verbale d’immagini che spesso non sono facilmente identificabili. 

La Biblioteca del Kunsthistorisches Institut in Florenz, sulla base di queste nuove varianti di analisi visiva delle immagini, orienterà le proprie ricerche secondo le necessità o aprirà nuovi campi di indagine. 

Per questo progetto la Biblioteca collabora con la Fototeca.

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.