"L'Italia e l'arte straniera" 1912-2012: La storia dell'arte e le sue frontiere

Convegno

A cento anni dal X Congresso Internazionale di Storia dell'Arte in Roma (1912). Un bilancio storiografico e una riflessione dal presente.

In occasione del 1° centenario del X congresso internazionale di Storia dell’Arte, tenutosi a Roma all'Accademia Nazionale dei Lincei, il 16 ottobre 1912, s'intende promuovere un convegno di studi nell'Autunno 2012 (23-24 Novembre)

Il Congresso del 1912 venne organizzato dai più significativi storici dell'arte dell'epoca che hanno contribuito alla fondazione della disciplina fra Ottocento e Novecento: da Adolfo Venturi a Heinrich Wölfflin, da August Schmarsow a Aby Warburg. Il tema prescelto, molto significativo per quegli anni alla vigilia della prima guerra mondiale, era incentrato su "La storia delle relazioni artistiche internazionali e specialmente dei rapporti fra l'Italia e le altre Nazioni attraverso i secoli"; le numerose relazioni furono pubblicate solo dieci anni dopo, a guerra conclusa, nel volume dal titolo "L'Italia e l'arte straniera".

Il tema del Congresso era stato proposto e sostenuto con forza da Aby Warburg, come è documentato da una lettera del 5 aprile 1912, scritta dallo storico dell'arte di Amburgo a Heinrich Wölfflin: "Mi sono battuto quattro anni con gli italiani perché venisse centrato il tema degli scambi culturali fra l'Italia e gli altri Paesi e, al fine come si vede dal programma, sono riuscito a farlo approvare."

La proposta di riflettere su quel congresso di studi, intende non tanto celebrare un evento quanto mettere a confronto la attuale situazione degli studi di storia dell'arte con quella dell'inizio del Novecento, che segnava la nascita della disciplina in un contesto storico-artistico così significativo in anni di grande svolta della storia e della cultura europea.

Con uno sguardo dal presente sul passato dunque, rivisitando i temi affrontati nel Congresso del 1912, si intende mettere a fuoco tre problematiche che oggi appaiono quanto mai attuali e urgenti:

1. La storia dell'arte e le sue frontiere

2. Il comparativismo artistico-culturale oltre i confini

3. Il problema dell'identità nazionale a confronto con i nazionalismi di inizio Novecento

Il convegno, promosso dal Dipartimento di Storia dell'Arte dell' Università La Sapienza di Roma in collaborazione con l'Accademia Nazionale dei Lincei, la Biblioteca Hertziana, il Kunsthistorisches Institut di Firenze, i Musei Vaticani e con il contributo dell'Università di Chieti

Comitato scientifico

Roberto Antonelli, Piero Boitani, Claudia Cieri Via, Elisabeth Kieven, Alessandro Nova, Gerhard Wolf, Alessandro Zuccari

Accademia Nazionale dei Lincei, Via della Lungara 10, Roma
---
Bibliotheca Hertziana - Istituto Max Planck per la storia dell'arte, Villino Stroganoff, Via Gregoriana 22,
Roma
Dott.ssa Maria Maddalena Radatti  
E-Mail:mariarad@...

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.