Giornata di studi

Walter Benjamin e l’Italia.
Lingua, luoghi, immagini

Organizzato da Gerhard Wolf e Maria Teresa Costa
Giornata di studi in occasione dell'Anno della lingua tedesca e Settimana Tedesca

©Hamburger Stiftung zur Förderung von Wissenschaft und Kultur, Akademie der Künste, Berlin, Walter Benjamin Archiv

La giornata si propone di riflettere, a cent’anni di distanza dal saggio di Walter Benjamin Goethes Wahlverwandtschaften (1922), sulle affinità elettive tra Benjamin, l’Italia e la cultura italiana.

Nel corso della sua vita Benjamin compì diversi viaggi in Italia, che segnarono profondamente la forma letteraria e filosofica della sua scrittura. Di particolare interesse sono i testi da lui dedicati alle Immagini di città, tra cui spiccano in particolare il testo scritto con Asja Lacis su Napoli e quello su San Gimignano. Se nel primo la figura della porosità sembra annunciare alcuni dei concetti cardine del suo pensiero successivo, quali soglia, temporalità ed eccezione, il secondo offre una descrizione del genere dei Denkbilder, una forma di scrittura che pare condensarsi fino a scoppiare in un’immagine.

I mesi trascorsi da Benjamin in Italia sono costellati da immagini sia mentali che materiali. Centrali si rivelano in tal senso non solo immagini di luoghi, ma anche le molte opere d’arte che resteranno spesso latenti nelle riflessioni benjaminiane, in attesa del loro ora della conoscibilità (Jetzt der Erkennbarkeit).

La lingua di Benjamin, ricca di riferimenti e stratificazioni, risente fortemente dell’incontro con culture diverse da quella tedesca. Non è un caso se nel saggio Die Aufgabe des Übersetzers, scritto anch’esso un secolo fa (tra 1921 e il 1922) Benjamin riflette sul rapporto essenziale tra traduzione e filosofia, presentando la traduzione come gesto di ospitalità nei confronti della lingua tradotta, che non teme di abbattere le frontiere del senso, per risalire ad una dimensione dove lingua, suono e immagine sembrano mescolarsi, senza perdere la propria particolarità. In tal senso ci si propone anche di fare riferimento al deplacement che i testi di Benjamin assumono nelle loro traduzioni, in particolare in italiano.

Lingua, luoghi e immagini sono gli assi portanti secondo i quali la giornata si propone di riflettere sul rapporto di Benjamin con l’Italia, seguendo un percorso recentemente proposto dal libro “Benjamin e la cultura italiana”.

PROGRAMMA

11.10.2022

11:00 – 11:15 Gerhard Wolf e Maria Teresa Costa, Benvenuto e introduzione

11:15 – 11:45 Marco Maggi (Università della Svizzera Italiana, Lugano) – Napoli capitale del XIX secolo

11:45 – 12:15 Carla Mazzarelli (Università della Svizzera Italiana, Lugano) – “Un abrégé de l’univers”: Walter Benjamin e le copie della pittura italiana nel Museo di souvenirs di Adolphe Thiers

12:15 – 12:45 Dario Gentili (Università di Roma Tre) – Teatro di vita: teatro proletario per bambini e teatro di strada

13:00 – 14:00 pranzo

14:15 – 14:45 Giovanna Targia (Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut) – Sociologia del linguaggio e istantanee. Alcuni esempi dai saggi 'italiani' di Benjamin e Warburg

14:45 – 15:15 Massimo Palma (Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli) – Benjamin a Capri: controcultura, barocco e marxismo

15:15 – 15:45 Maria Teresa Costa (Max-Planck-Institut für Wissenschaftsgeschichte, Berlin) –   Tra-durre (secondo) Walter Benjamin 

15:45 – 16:15 pausa

16:15 – 16:45 Sigrid Weigel (Leibniz-Zentrum für Literatur- und Kulturforschung Berlin) – Schauplatz Italien: alte Bilder, neue Gedanken

16:45 – 17:15 Gerhard Wolf (Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut) –  Benjamin e/oltre l’Italia. Osservazioni non conclusive 

17:15 – 17:45 Tavola Rotonda 

 

Evento in occasione dell’Anno della lingua tedesca e Settimana Tedesca:
https://italien.diplo.de/it-it/themen/kultur/parljamo

Avviso

Questo evento viene documentato fotograficamente e/o attraverso riprese video. Qualora non dovesse essere d’accordo con l’utilizzo di immagini in cui potrebbe essere riconoscibile,  da parte del Kunsthistorisches Institut in Florenz a scopo di documentazione degli eventi e di pubbliche relazioni (p.e. social media) la preghiamo gentilmente di comunicarcelo.

11 ottobre 2022, ore 11:00

This event will take place in a hybrid format.

Venue
Palazzo Grifoni Budini Gattai
Via dei Servi 51
50122 Firenze, Italia

To participate in person please email richter@khi.fi.it to reserve a seat.

To participate online please register in advance via Zoom: https://zoom.us/meeting/register/tJMsd--pqTktHNUEev2NnO56vZMo14r4GxaOAfter registering, you will receive a confirmation email containing information about joining the meeting.

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.