Convegno

Contro l’identità? Discorsi della storia dell’arte e cultura visiva in Italia

Doctoral and Early Career Researchers Conference
Firenze + online

Luigi Ghirri, Roma, 1979. © Eredi di Luigi Ghirri

Nonostante la diffusione esponenziale del termine nella storia dell’arte, l’«identità» rimane una categoria fluida, controversa, potenzialmente tossica. Considerando le specificità dell’arte e della cultura visiva italiana, le giornate di studio porteranno l’attenzione sul concetto di «identità» per indagarne le definizioni, l’impiego e le problematicità, analizzando opere e fenomeni artistici nel corso dei secoli (dal Medioevo alle avanguardie storiche) in relazione a discorsi storiografici e metodologici. 

Programma

All times CET (Florence time)

09.12.2021

09:15 Gerhard Wolf — Saluti

09:30 Davide Ferri, Giada Policicchio — Introduzione

Storiografie: storia dell’arte, politica, patrimonio (Chair: Giovanna Targia)

10:00 Daniele Di Cola (Fondazione Licia e Carlo Ludovico Ragghianti / Koninklijk Nederlands Instituut, Roma) — Oltre l’autoctono. Gustave Soulier e il problema dell’italianità in Les Influences orientales dans la peinture toscane (1924)

10:30 Matthew Worsnick (Vanderbilt University, Nashville) — «The hardy trunk of romanità»: Justifying Fascist Plunder through Byzantine Historiography

11:00 Valeria Sedlerenok (Università degli Studi di Bari Aldo Moro) — Conservare e promuovere: l’identità culturale e il patrimonio artistico della Serenissima a Venezia all’inizio dell’Ottocento

11:30 pausa

12:00 Nicoletta Usai (Università degli Studi di Cagliari) — Riscoperta del Medioevo e costruzione di identità nella Sardegna ottocentesca: dagli studi del canonico Giovanni Spano alle azioni di tutela di Filippo Vivanet

12:30 Tomáš Murár (Institute of Art History of the Czech Academy of Sciences, Prague) — Michelangelo and the Concept of Identity in Austrian Art History

13:00 Lucia Mallart (Universitat Pompeu Fabra, Barcelona) — The Place of ‘Italian’ Art in the Iconographic Repertoire of Spain: Renaissance, Baroque, and Identity Politics in Modern Catalonia (1915–1923)

13:30 pranzo

Narrazioni espositive: collezioni, mostre, musei (Chair: Carmen Belmonte)

15:00 Elisa Bernard (IMT School for Advanced Studies, Lucca) — Against Identity: Stability and Change in Museum Institutions

15:30 Francesca Campani (Università degli Studi di Padova) — «Noi altri, gente pudica». La collezione di oggetti sessuali di Paolo Mantegazza e la costruzione delle moderne identità sessuali nell’Italia tra Otto e Novecento

16:00 pausa

16:30 Lucia Colombari (University of Virginia) — Contrasting Identities: Exhibiting Italy at the 1915 Panama-Pacific International Exposition in San Francisco

17:00 Matilde Cartolari (Technische Universität Berlin / Università di Udine) — Performativity, Rituality, and Display: Old Master Exhibitions and the Italian Identity during the Fascist Age

 

10.12.2021

Costruzioni del «sè»: artisti, scuole, committenti (Chair: Katharine Stahlbuhk)

09:30 Jessica Ferrari (Università degli Studi di Milano) — Al di là delle «scuole regionali». Il caso di Piacenza nella prima età comunale

10:00 Anne Bloemacher (Westfälische Wilhelms-Universität Münster) — (Fe)male Identity: Diana Scultori’s Hands and the Self-Construction of an Early Modern Female Printmaker

10:30 Lunarita Sterpetti (Sapienza Università di Roma / KHI–MPI) — Esporre l’immagine dell’assolutismo mediceo: implicazioni di un simbolo tra XVI e XXI secolo

11:00 pausa

11:30 Jessica Calipari (ricercatrice indipendente) — Monumenti d’artista e biografie dipinte nell’Italia del XIX secolo: fra genius loci e nation building

12:00 Giulia Murace (Universidad Nacional de San Martín, Buenos Aires / CONICET) — «A Roma ognuno trova la sua patria ideale»: l’arte dei primi del Novecento attraverso le esperienze rioplatensi

12:30 Giorgio Motisi (Scuola Normale Superiore, Pisa) — Al di là del volto. Ritratto e identità nel gruppo di «Corrente»

13:00 pranzo

Genius loci: geografie, territori, luoghi (Chair: Julie Deschepper)

14:30 Elvira Miceli (University of Oxford) — The Liber ad honorem Augusti (Bern, Burgerbibliothek, Cod. 120 II) and the Problem of Sicilian Art

15:00 Elisa Stafferini (The Warburg Institute, London) — The Ambiguity of Rome’s Foundation Myth and Its Protagonists in Early Modern Italian Art

15:30 Leah Marangos (University of California, Los Angeles) — Mapping Armenia from Istanbul to Bologna: The Tabula Chorographica Armenica (1691)

16:00 pausa

16:30 Viviana Costagliola (Bibliotheca Hertziana – Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte, Roma) — La costruzione dell’identità collettiva del Meridione attraverso le fotografie del Touring Club Italiano (1899–1915)

17:00 Paolo Villa (Università degli Studi di Udine) — Questa piazza al mondo intero. Le molteplici identità della piazza italiana nel cinema

 

17:30 discussione finale

 

Avviso

Questo evento viene documentato fotograficamente e/o attraverso riprese video. Qualora non dovesse essere d’accordo con l’utilizzo di immagini in cui potrebbe essere riconoscibile,  da parte del Kunsthistorisches Institut in Florenz a scopo di documentazione degli eventi e di pubbliche relazioni (p.e. social media) la preghiamo gentilmente di comunicarcelo.

09 – 10 dicembre 2021

This event will take place in person at the Kunsthistorisches Institut in Florenz and online.

For online attendance via Zoom please register here:

https://zoom.us/meeting/register/tJEqdeqsqTsuH9GQzBNlrE9C7m6-W15fLwVF 

After registering, you will receive a confirmation email containing information about joining the meeting.  

Please note that in person attendance will be for speakers and guests only.

Newsletter

La nostra newsletter vi informa gratuitamente su eventi, annunci, mostre e nuove pubblicazioni del Kunsthistorisches Institut in Florenz.

Potrete riceverla gratuitamente, inserendo i vostri dati nei campi:

*Campo obbligatorio

Trattamento dei dati personali

La newsletter viene inviata tramite MailChimp, che memorizza il vostro indirizzo e-mail e il vostro nome per l'invio della newsletter.

Dopo aver compilato il modulo riceverete una cosiddetta e-mail "double opt-in" in cui verrà chiesto di confermare la registrazione. È possibile annullare l’abbonamento alla newsletter in qualsiasi momento (cosiddetto opt-out). In ogni newsletter o nell’e-mail double opt-in troverete un link per la cancellazione.

Informazioni dettagliate sulla procedura di invio e sulle possibilità di revoca sono contenute nella nostra privacy policy.